page loader

News

Come lucidare od opacizzare una superficie Solid Surface?

siaHouse | 05. Levigatura e lucidatura di materiali compositi a base minerale

08/04/2021
Categorie: News

Quante volte vi è capitato di guardare la superficie del vostro lavandino, piatto doccia o vasca da bagno e accorgervi che ci sono delle macchie che non riuscite ad eliminare? O semplicemente vorreste rinnovarne l'aspetto rendendo la superficie lucida od opaca?

Tutti i materiali compositi a base minerale possono essere facilmente rinnovati in autonomia, basta utilizzare gli strumenti giusti.

solid surface lavandino

Solid Surface: che cos'è?

Solid surface sono materiali avanzati composti da combinazioni di resine e pigmenti di allumina triidrato, acrilica, epossidica o poliestere che uniscono resistenza e duttilità. Questi materiali possono essere colorati, termoforati e assemblati, creando applicazioni di ogni dimensione.

Corian®, Krion®, Avonite® sono alcuni tra i nomi da citare per parlare di solid surface cioè materiali compositi innovativi realizzati con un mix di minerali, resine o poliestere e pigmenti. Questi materiali sono stati creati per raggiungere un alto livello di prestazioni e versatilità. Infatti, sono impiegati sia in ambienti privati che pubblici come in ristoranti, negozi, uffici... Dai piani di lavoro delle cucine ai bagni, dai rivestimenti per le pareti agli elementi di arredo, con un'ampia gamma di motivi e tonalità nonché la possibilità di creare colori e texture personalizzate. Insomma, stanno diventando un vero must have al quale è difficile rinunciare.

Come si possono trattare queste superfici se parliamo di cura e manutenzione?

Abbiamo appena detto che questi nuovi materiali high tech sono facilmente adattabili ed utilizzabili in molteplici situazioni se parliamo di design d’interni. Da non trascurare anche le caratteristiche fisico-tecniche tra cui durezza e resistenza senza precedenza nell'industria dell'edilizia.

Ma la domanda che sorge spontanea è come prendersi cura di queste superfici e come fare a renderle lucide od opache secondo il proprio gusto. La risposta è più facile di ciò che si pensa e, sopratutto, è un lavoro che può essere svolto in totale autonomia... basta seguire gli step giusti.

Circoscrivi l'area di lavoro

Sicuramente il primo passo su come levigare e lucidare materiali compositi a base minerale è quello di circoscrivere l'area di lavoro e proteggere gli elementi da non levigare. Questa operazione, seppur banale, è di fondamentale importanza per non rischiare di rovinare ciò che circonda l'area di lavoro.

Puoi, ad esempio, utilizzare un telo protettivo e fissarlo con del nastro da mascheratura. Così sarà facile da rimuovere una volta terminata la lavorazione.

Prepara gli attrezzi giusti

Dopo aver coperto adeguatamente la superficie intorno a quella di lavoro scegli l'abrasivo adatto in base al grado di durezza della superficie da trattare e al tipo di danno da recuperare. Il supporto dell'abrasivo deve essere a rete ed è necessario anche l'abrasivo al diamante. Per la finitura è necessaria la pasta lucidante da applicare con il pad giallo.

Il lavoro inizia: levigatura ed asportazione.

Il primo step di lavoro prevede l'eliminazione delle irregolarità, dei graffi o delle vecchie macchie che non sei stato in grado di togliere in altro modo. Per svolgere al meglio questo passaggio, si consiglia l'utilizzo dell'abrasivo con struttura speciale e supporto a rete 7900 sianet. La grana dell'abrasivo potrebbe variare tra la 180 e 240.

La levigatura ad umido

Dopo aver realizzato il primo step, si può continuare con il secondo passaggio: le levigatura a umido con l'abrasivo al diamante 7240 siacart. I dischi con grano abrasivo al diamante sono fondamentali per la levigatura quando si ha a che fare con superfici dure, sia per quanto riguarda le vernici sia per i materiali compositi e le sostanze minerali. 

Dopo aver effettuato questo secondo passaggio è necessario rimuovere la polvere per controllare la superficie e verificare se necessario procedere con ulteriori passaggi di levigatura. Se il piano solid surface risulta proprio come lo volevate e libero da ogni imperfezione, allora potete dedicarvi all'ultimo step.

La lucidatura: come ottenere una superficie brillante

Dopo i passaggi di levigatura prima con 7900 sianet e poi con 7240 siacarat, è il momento dello step finale: la lucidatura. Quest'ultimo step viene realizzato con siachrome cut, prodotto specifico ad alta efficienza, a base di un ossido di alluminio di alta purezza, per l’eliminazione durevole di forti tracce di uso e graffi su tutti i tipi di materiali. Genera una lucidità profonda, piena e duratura. Non contiene cere, oli siliconici né altri riempitivi. Per applicare siachrome cut è sufficiente erogare una noce di prodotto sul pad giallo e poi procedere a lucidare l'intera superficie.

Grado di lucentezza: perfetto!
Livello di soddisfazione: altissimo!
Prova anche tu la tua levigatura e lucidatura di materiali compositi a base minerale e rimarrai stupito del risultato.

Preferisci una finitura opaca anzichè lucida?
Nessun problema, clicca qui per seguire un breve tutorial e scoprirai quanto è facile ottenerla.
Per maggiori informazioni, scarica il depliant siahouse per i tuoi lavori, cliccando qui, intanto buona visione!